HAT SESTRIERE ADVENTOURFEST 2023

BIKE RIDE FUN

Uno straordinario week-end da record a Sestriere !

Sestriere 1 – 2 luglio

Una 5a edizione record con quasi 2.000 test-ride nel week-end grazie alle 12 case moto presenti con le loro novità in prova KTM, Husqvarna, Honda, Suzuki, Ducati, Triumph, Moto Morini, Aprilia, Harley Davidson, Yamaha, Royal Enfield e Mondial, ben 107 le moto in prova gratuita.

La KOVE 450 Rally, pur in sola presentazione statica, ancora al centro dell’attenzione con tanti
appassionati giunti apposta per vederla e toccarla.

Test-Gear, continua l’interessante prova delle giacche tecniche dei più grandi produttori di
abbigliamento del settore

Nell’HAT VILLAGE, oltre alle case moto, una ventina di stand con i partner di HAT SERIES ed altre
aziende leader visitati dal foltissimo pubblico salito al Colle

All’HAT BOOT CAMP come sempre apprezzate le testimonianze dei grandi moto-viaggiatori come
Francesca D’Alonzo, Monica Ledda, Alex Di Muzio e Sasaplanet (Salvatore di Benedetto) così come i
racconti del simpaticissimo dakariano Cesare Zacchetti

Con In Moto Oltre le Nuvole una ottantina di partecipanti con i gruppi guidati sugli sterrati delle
Montagne Olimpiche ed i luoghi mitici della zona

Con il week-end Sestriere si è conclusa in bellezza la serie degli HAT Adventourfest che ha visto le
precedenti tappe a Bobbio ed a Ponte di Legno.
I numeri finali sono da record e testimoniano una straordinaria partecipazione di pubblico coinvolto sia
nei testride delle moto novità e delle giacche tecniche che nelle visite ai numerosi stand presenti nell’HAT
Village. Tutto questo anche grazie alla massiccia presenza di una trentina tra case motociclistiche ed altre
del mondo correlato di accessori e abbigliamento.
A Sestriere i testride ufficialmente registrati dai brand presenti sono stati 1935, garantiti dalla
disponibilità di ben 107 moto in prova. Tutti numeri record a fronte di un’altrettanta partecipazione
record di pubblico stimabile in circa 5.000 presenze nei due giorni.
All’HAT Boot Camp le grandi viaggiatrici, Francesca D’alonzo e Monica Ledda, e gli adventourers Alex Di
Muzio e Salvatore Di Benedetto hanno raccontato le loro appassionanti e sfidanti avventure nel mondo.
Sempre nel Boot Camp Cesare Zacchetti, simpatico partecipante privato della Dakar di questi anni, ha
svelato tutti i retroscena più intimi sulle motivazioni che spingono un pilota amatoriale ad affrontare le
peripezie anche organizzative per affrontare il rally più duro del mondo.
Sullo sfondo si conferma Sestriere come località ideale per questa disciplina mototuristica, una comunità
che, grazie alla sua straordinaria ed unica rete di strade bianche in alta quota, accoglie ormai da decenni
gli appassionati di adventouring e gli eventi più importanti che diventano propulsori della stagione
turistica.
LA FORMULA ADVENTOURFEST
La chiusura della stagione HAT Adventourfest porta a qualche riflessione.
La formula Adventourfest, nata cinque anni fa proprio a Sestriere, sta trovando la sua dimensione
vincente sia nel mondo dell’industria che nel pubblico, un momento autentico di incontro tra le aziende e
gli utenti che vogliono conoscere, informarsi, vivere, provare ed alimentare la propria passione per il
motociclismo, soprattutto quello adventure.
I dati delle prove delle cinque edizioni a Sestriere indicano una crescita costante, a conferma che è la
risposta spontanea del pubblico a decretare il successo che una manifestazione merita nel tempo.
Con il susseguirsi delle edizioni gli appassionati soddisfatti si fidelizzano all’appuntamento che per loro
comincia a diventare una tradizione da non perdere. Quella di Sestriere sembra far intendere vedere
questo, e certamente sarà così per gli altri Adventourfest organizzati in altre località italiane.

In generale, la gioia ed i sorrisi visti a Sestriere ma anche negli altri HAT VILLAGE di Bobbio e Ponte di
Legno dicono quanto sia centrata la formula Adventourfest, dove, ricordiamo, l’ingresso è gratuito.
Gli ingredienti vincenti della Formula Adventourfest sono il frutto dello sviluppo di tante idee mosse dalla
passione per il mondo dell’Adventouring e dalla voglia di realizzarle per la soddisfazione degli
appassionati.
Innanzitutto, la scelta delle sedi, località note e già mete tradizionali delle uscite dei motociclisti. Poi le
prove delle moto con un’ampia scelta di novità, su percorsi particolarmente selezionati e mai banali, che
spesso includono tratti in fuoristrada.
Il Village si anima poi con gli stand delle aziende dell’abbigliamento e degli accessori, pronte a soddisfare
gli interessi e la curiosità di chi dovrà presto personalizzare la propria moto o aggiornare la propria
vestizione.
L’HAT Boot Camp è stata la novità di quest’anno per intrattenere chi attendeva un testride oppure
visitava il Village per sua curiosità. Uno spazio dedicato al mondo dell’avventura, ai suoi protagonisti, alle
storie, alle aziende ed i loro prodotti. Un luogo dove spiegare, comunicare, insegnare, condividere e fare
cultura del mondo dell’adventouring. Sia da parte delle aziende che di personaggi di questo mondo.
Infine, i Tour organizzati e guidati, l’occasione per partecipare con la propria moto a dei giri studiati in
zona anche con la collaborazione delle autorità locali per dare modo agli appassionati di conoscere il
territorio nei suoi luoghi meno conosciuti e spesso normalmente non accessibili al traffico. Percorsi curati
nei minimi dettagli dai responsabili di Over2000riders per dare la possibilità di espandere la pratica
dell’adventouring in concomitanza con gli Adventourfest.
In chiusura, si ringrazia per la partecipazione e la condivisione del progetto tutte le oltre trenta aziende
degli HAT Adventourfest 2023: i brand moto KTM, Husqvarna, Honda, Suzuki, Ducati, Triumph, Moto Morini, Aprilia, Harley Davidson, Yamaha, Royal Enfield, Mondial e Kove, per l’abbigliamento tecnico, Klim, Dainese, Alpinestars, TUR, Clover, Acerbis, Stadler, per i pneumatici, Continental, per il mondo borse e bagaglio, Enduristan, SW Motech, Mytech, Wunderlich, Mosko Moto, Touratech, per il mondo degli accessori ed in generale, Interphone, Garmin, Motor Bike Expo, Reale Mutua Assicurazioni, Kryo, Guareschi Moto, Alex Botturi.
Si ringrazia tutto lo staff di Over20000riders per l’impegno totale e l’eccezionale lavoro svolto nel corso
di tutte le manifestazioni.
Il prossimo appuntamento con la HAT SERIES 2023 vede ora il focus alla HAT Pavia Sanremo del prossimo 14-16 luglio, un evento che si preannuncia di grandissimo livello, con una massiccia partecipazione di appassionati ma anche dei grandi piloti del rallismo nazionale ed internazionale per questa manifestazione che sta diventando una classica del mondo Adventouring.

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >