ABRUZZO-ENDURO, AD OTTOBRE IL ‘RALLY DEI TRABOCCHI ‘ DELLO STERRARE È UMANO

“Ancora sport e promozione turistica tra luoghi inediti e paesaggi spettacolari”

“Sterrare è Umano prosegue la propria attività di sport adventouring tra le bellezze d’Abruzzo.
Dopo la seconda edizione della manifestazione che ha visto protagonista la città di Montesilvano
ed altre località delle quattro province, a fine ottobre prenderà il via ‘Il rally dei trabocchi’ aperto a
moto sia enduro che maxienduro”. Lo comunica il responsabile dell’associazione ‘Sterrare è
Umano’, Simone Romano. “Sarà una due giorni, il 28 e il 29 – spiega Romano – alla scoperta di
luoghi inediti e paesaggi spettacolari del basso Abruzzo e dell’alto Molise con partenza e rientro a
Torino di Sangro (CH). I partecipanti si cimenteranno in due differenti percorsi, off road e off road
expert, a margherita scegliendo la traccia GPX o la navigazione tramite RoadBook
cartaceo/elettronico. Come tutti gli eventi di SèU
 – rimarca l’organizzatore – l’obiettivo è far
conoscere il territorio della nostra splendida regione e le sue peculiarità enogastronomiche
attraverso la guida su strade secondarie e non asfaltate. Noi ci crediamo anche questa volta,
un’ambizione che finora non ha fatto altro che confermare il grande potenziale del vigoroso
connubio sport-promozione turistica”
, conclude Romano.

Tutte le altre info le trovi qui https://sterrareeumano.it/rally-dei-trabocchi/

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >