TRANSITALIA MARATHON – BOOM DI ISCRIZIONI: 350 ISCRITTI IN 25 MINUTI.

Come ogni anno torna, immancabilmente, l’evento Transitalia Marathon.
Anche quest’anno, le iscrizioni si sono chiuse a tempo record. Dalla sua nascita ad oggi, il tempo necessario a chiudere le iscrizioni si contrae notevolmente, rischiando il crash dei server e, se si continua così, un totale blackout!

Dalle ore 10:00 alle 10:25 di mercoledì 22 gennaio il mondo dell’off-road ha trattenuto il respiro.

C’è chi fremeva tamburellando con le dita sul PC già minuti prima. C’è chi ha preso un’ora di ferie. Ognuno ha cercato di battere tutti sul tempo: l’unico momento della Transitalia in cui, arrivare prima, conta.

L’unico perché si ricorda che, questa, è una manifestazione internazionale non agonistica iscritta al calendario di eccellenza FMI Turismo Adventouring.

Si restringono i tempi ma si ampliano i luoghi: la nazionalità dei partecipanti è davvero disparata.

Ben il 50% proviene dall’estero con Germania, Belgio, Olanda, Svizzera, Francia, Spagna, Croazia, Grecia… non solo gli stranieri “vicini di casa”, ma veri e propri tourer provenienti, addirittura, dal Vietnam, dagli U.S.A. o dal Sud Africa (in allegato la mappa con le evidenze geografiche).

La formula quattro giorni – adottata nel 2019 – è stata molto apprezzata e questi numeri, senza precedenti, sembrano davvero riconfermare la Transitalia come l’evento più atteso d’Europa!

Il momento dell’iscrizione è uno degli “step” pratici ma anche emotivi che ruotano attorno all’evento. Transitalia Marathon è un “viaggio” lungo un anno.

Nonostante la sentita partecipazione che aumenta nel tempo, ogni volta per Urbinati e il suo team è una grande emozione.

“Assistere, davanti al computer, a un contatore impazzito che come un flipper segna sulla mappa nazione dopo nazione, è un’esperienza mistica!”

Il grosso, però, deve ancora venire: inizia il controllo pedissequo di ogni iscrizione per le prime verifiche.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito web Transitalia Marathon o la pagina Facebook oppure utilizzare i seguenti riferimenti:

tel. +39 351 8750542
form contatti sito: https://www.transitaliamarathon.com/home/concact-us/

Comunicato stampa: Transitalia Marathon

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >