SPLENDIDAMENTE PRATICO

Con il loro aspetto marcatamente tecnico, i traversini per manubrio Wunderlich sembrano semplicemente fantastici e accentuano costantemente l’impressione tecnica del cockpit BMW. Non importa se sulla R 1250 GS, R 1250 R, R 1200 R LC, F 850 GS, R nineT o numerosi altri modelli BMW.

Non sono affatto semplici elementi decorativi. Hanno, invece, vantaggi molto utili e pratici: i traversini migliorano la stabilità del manubrio e quindi garantiscono una maneggevolezza più precisa. Allo stesso tempo, le vibrazioni fastidiose sono notevolmente ridotte, specialmente su percorsi prettamente fuoristradistici . Ciò si ottiene montando il traversino con manicotti di adattamento elastici. Questo assicura il disaccoppiamento del traversino dal manubrio. Il traversino può quindi, se necessario, essere utilizzato anche come solida base isolata dalle vibrazioni per tutti i tipi di accessori utili come GPS, Roadbook, Tripmaster o uno smartphone. Ciò significa che è possibile collegare anche dispositivi elettronici, che devono essere protetti il più possibile dalle vibrazioni del manubrio.

Di conseguenza, i traversini da manubrio di Wunderlich sono eccezionalmente pratici e belli allo stesso tempo!

I traversini di alta qualità sono in alluminio e hanno un diametro di 12 millimetri. La superficie è trattata con perline di vetro e il logo è impresso a laser. Wunderlich li fornisce specifici per ogni modello, ad es. per la BMW R 1250 R o la R nineT. Gli specialisti degli accessori BMW offrono anche traversini da moto universali in due lunghezze differenti per adattarli ai numerosi modelli di moto BMW, garantendo cosi ad ogni pilota BMW di trovare il traversino perfetto per le proprie esigenze. A seconda del modello, sono color argento o anodizzati in nero. Wunderlich offre una garanzia di cinque anni su questo prodotto di alta qualità.

Wunderlich offre componenti di alta qualità per tutte le attuali moto BMW e molte serie di modelli precedenti. Di recente ora anche tramite un’app ben strutturata!

Item-No.: 
25031-001 Wunderlich crossbar universal 300mm silver
25031-002 Wunderlich crossbar universal 300mm black
25031-011 Wunderlich crossbar universal 250mm silver
25031-012 Wunderlich crossbar universal 250mm black
25032-001 Wunderlich crossbar G 310 silver
25032-002 Wunderlich crossbar G 310 black
25033-001 Wunderlich crossbar R 1250 R and R 1200 R LC silver
25034-001 Wunderlich crossbar F 700/750 GS silber
25035-001 Wunderlich crossbar R 1200 GS, F 850 GS silver (+ more F 8xx-Models)
25036-001 Wunderlich crossbar R nineT silver
25037-001 Wunderlich crossbar R 1250 GS + Adv., R 1200 GS LC silver
25037-002 Wunderlich crossbar R 1250 GS + Adv., R 1200 GS LC black
25038-001 Wunderlich crossbar S 1000 XR silver

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >