OBIETTIVO GIBRALTAR RACE 2019

Missione compiuta! Riccardo Taroni e Pietro Bartolomei, i piloti del Team Discovery Endual Honda RedMoto, hanno concluso le loro fatiche presso il Faro di Cabo Finisterre sul Oceano  Atlantico. 14 lunghe tappe e circa 7000 km hanno messo a dura prova uomini e mezzi, ma la tenacia dei due piloti ha fatto sì che le Africa Twin Rally non mancassero all’appuntamento  finale con la Gibraltar Race 2019.

“È stata veramente dura, fin ancora prima di iniziare la gara” ha dichiarato Taroni, pilota ufficiale Honda RedMoto Per quanto mi riguarda è stata una gara tutta in salita già da quindici giorni prima della partenza quando durante l’ultimo test sono caduto malamente  lussandomi la clavicola e incrinandomi il polso destri. L’ortopedico mi aveva addirittura consigliato di rinunciare alla partecipazione, dicendomi che se comunque fossi partito non avrei retto a più di 4 o 5 tappe, quindi non ero proprio nelle migliori condizioni fisiche ed emotive per prendere il via. Mi sembrava impossibile dover rinunciare dopo un anno di preparazione e sacrifici, quindi ho deciso di partire comunque credendo di potercela fare e così è stato.”

“Ovviamente la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo” prosegue Taroni “e già dalla prima tappa durante la seconda prova speciale ho subito un duro colpo al cerchio anteriore piegandolo con conseguente perdita di pressione dello pneumatico fino al punto di sgonfiarsi completamente. Ho fatto due prove speciali in queste condizioni e poi ho dovuto desistere per non distruggere completamente la ruota. Con Bartolomei abbiamo cercato di risolvere il problema ma invano e, alla fine siamo rientrati al traguardo rinunciando alle ultime prove speciali accumulando un sacco di penalità.”

“La seconda tappa è stata più o meno la fotocopia della prima ma questa volta il medesimo problema al cerchio anteriore l’ha avuto Bartolomei. A differenza del giorno precedente siamo però riusciti a riparare in tempo utile la ruota e così abbiamo concluso regolarmente la tappa.”

“Il terzo giorno nel tentativo di recuperare il terreno perduto, durante la quarta speciale ho colpito duramente una pietra che mi ha letteralmente squarciato il pneumatico anteriore facendomi concludere così anche questa tappa. A ciò, si era aggiunto una sofferenza notevole al braccio destro per i postumi deli’incidente già citato. Il morale non era certo dei migliori ma per me vale la regola del: boia a chi molla!”

Le penalità accumulate avevano fatto precipitare i due piloti Honda nelle retrovie delle classifiche tanto da far ipotizzare un possibile ritiro, anche per le condizioni fisiche di Taroni.  Ma è stato proprio lo stesso Taroni che non ha voluto mollare, sentendosi ben spalleggiato dal compagno di squadra Bartolomei e dal proprio tecnico Silvano Matteucci e alla fine è iniziato il recupero giorno per giorno, collezionando anche dei buoni risultati come dei secondi e terzi di giornata, come avvenuto anche oggi nell’ultima tappa.

“L’esperienza è stata molto forte e positiva, nonostante tutto abbiamo dimostrato che se  avessimo avuto le condizioni fisiche giuste e un po’ meno sfortuna, saremmo stati sicuramente in posizioni di classifica più corrispondenti alle nostre possibilità, grazie anche all’affidabilità  delle nostre Africa Twin Rally e a tutti gli sponsor tecnici che ci hanno sostenuto in questa meravigliosa avventura.               

Potete seguire la gara del team Discovery Endual- Honda Redmoto attraverso le pagine del sito www.discoveryendual.com , FB @discoveryendual, IN @discoveryendual

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati