NOLANGROUP: UN 2023 RICCO DI NOVITÀ

Il nuovo corso dell’azienda italiana NOLANGRUOP guidata dal CEO e Direttore Generale Enrico Pellegrino chiude la prima stagione con un risultato importante, seppur in uno scenario economico complesso

Si conclude una stagione intensa per il nuovo corso di Nolangroup guidato da Enrico PellegrinoCEO Direttore Generale dell’azienda in forza al Gruppo 2Ride Holding dal 2019: una stagione complessa determinata da una crisi economica oggettiva, dall’aumento dell’inflazione e dalle guerre. Un anno che ha osservato anche una certa stabilizzazione nella disponibilità di materia prima, ma con dei costi decisamente in aumento. Nonostante questo scenario non facile, Nolangroup ha deciso di percorrere un anno di grandi investimenti sia dal punto di vista del prodotto che da quello organizzativo, con una struttura rinnovata e l’ammodernamento delle funzioni e dei processi aziendali. Una serie di azioni di marketingeventi internazionali e il lancio della nuova e coraggiosa strategia di Brand, che vedrà i caschi Nolan protagonisti assoluti, hanno contribuito al raggiungimento di primi importanti risultati commerciali.

Dal punto di vista degli investimenti, sono ben quattro nuovi caschi pronti ad animare la collezione 2024 e a consolidare la leadership di Nolangroup nell’industria di accessori dedicati al mondo delle due ruoteX-804 RS Ultra CarbonN120-1N100-6 N60-6 Sport, tutti attualmente in produzione a pieno regime. Un ottimo “primo” risultato considerando le complessità tecniche di progettazione e industrializzazione di nuovi prodotti, in particolare dei due nuovi modulari che rappresentano oggi il fiore all’occhiello di Nolangroup oltre che massima espressione del know-how e della tecnologia, frutto di oltre due anni di investimento in R&D.

Dal punto di vista commerciale, il lancio della nuova collezione e della strategia di Brand, che prevede di raccogliere sotto il marchio Nolan anche tutta la produzione in fibra, ha garantito una risposta entusiasmante da parte del pubblico che, in pochi giorni, ha visto la produzione dei primi mesi esaurirsi con una raccolta di ordini superiore alle aspettative.

Tutti questi importanti risultati sono stati raggiunti grazie agli sforzi intrapresi sia a livello commerciale che di marketing, che hanno visto la massima espressione nel secondo semestre 2023 grazie anche ad un fitto calendario di attività che hanno raccontato la “nuova” Nolangroup al mondo.

Dopo la presentazione ufficiale delle novità a stampa addetti, la stagione degli eventi si è conclusa a novembre con la partecipazione ad una delle fiere internazionali di settore più importanti: EICMA. Prima occasione per il grande pubblico di toccare con mano la nuova collezione caschi 2024 attraverso uno stand che ha comunicato valori come made in Italytecnologia innovazioneartigianalità.

Anche in ambito sportivo Nolangroup ha fatto importanti investimenti per poter garantire al marchio una presenza nel mondo racing e sportivo di massimo livello. L’arrivo di nomi come il Brand Ambassador Casey StonerAndrea Iannone e un pool di piloti emergenti pronti ad affrontare Moto2 e Moto3 nel 2024, potrà garantire quella leadership tecnologica definita sui campi di gara che dai caschi racing verrà poi trasferita e implementata su tutti i caschi della gamma.

Grande attenzione, infine, alla rinnovata immagine digital del marchio, con il lancio del nuovo sito nolan- helmets.com, nella sua prima configurazione, e ai canali social ufficiali @Nolangroup.

“Sono orgoglioso dei risultati di questo primo anno di attività, una stagione densa di importanti novità e sfide” ha dichiarato Enrico Pellegrino. “Sono certo porteremo lo storico marchio Nolan a rappresentare l’eccellenza e il made in Italy nel mondo.”

Nolangroup è già oggi al lavoro per lo sviluppo della collezione 2025 che segnerà un altro passo importante nella roadmap di crescita a livello mondiale.

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >