La spiaggia di Rimini protagonista assoluta del Mototurismo con Mar&Mutór

In un Ottobre insolitamente caldo, sulla sabbia di Rimini non solo bagnanti ma anche manifestazioni moto turistiche uniche, come quella che si è svolta nel primo weekend del mese ed ha permesso anche ai motociclisti provenienti da tutta Italia di godersi la spiaggia.

Nell’ambito della prima edizione di Malle Mutór, infatti, nella giornata di Domenica 8 Ottobre, grandissimo successo ha riscontrato anche il fettucciato motocross & enduro a pochi passi dall’acqua, ideato dall’organizzatore DRAM asd e realizzato con la collaborazione di FULLTEAM asd, che, grazie alla propria esperienza in eventi e competizioni fuoristrada, ha fornito un enorme aiuto nella realizzazione del tracciato ed ha affiancato lo staff DRAM nella gestione del circuito.

L’iniziativa è stato un bellissimo esempio di come due realtà sportive abbiano deciso di unire le forze, per regalare agli appassionati una esperienza unica.

L’evento, che ha preso il nome di Mar&Mutór, ha permesso infatti a motociclisti provenienti da numerose regioni italiane di calcare in sella alla proprio moto la sabbia della spiaggia di Rimini per la prima volta, in un fettucciato creato ad hoc dall’organizzazione e attivo per l’intera giornata di Domenica. Forte è stato l’entusiasmo del pubblico, non solo riminese, che ha affollato Piazzale Boscovich per assistere all’evento. Gli esperti parlano di oltre 10000 presenze nell’area portuale per la sola giornata di Domenica, accorse in spiaggia anche grazie al meteo che ha regalato una caldissima giornata di sole a pubblico e partecipanti.

DRAM e FULLTEAM ringraziano l’Amministrazione, che ha permesso lo spettacolo, i Partners che hanno supportato, i soci delle due associazioni che hanno contribuito attivamente come staff.

Menzione speciale va a Mirco Semproli, che ha disegnato graficamente il fettucciato, mentre per la realizzazione e gestione logistica si ringraziano Carlo Iezzoni, Ceccaroli Samuele ed in particolar modo l’insostituibile Claudio Boracchi.

Tutte le info qui: www.mallemutor.com

Foto: SF FotoEventi

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >