EVO-ES. IL MODULARE PER ECCELLENZA

Il nuovo EVO-ES (l’essenziale) è il casco della gamma DISCOVERY di Shark-Helmets pensato per chi ama viaggiare. Elegante e davvero
performante, sarà una scoperta anche nel prezzo.

Se amate partire alla scoperta di nuovi luoghi percorrendo molti chilometri in moto, o semplicemente se siete degli appassionati delle gite fuori porta, il modulare EVO-ES è il casco perfetto per voi.
Soprannominato “l’essenziale”, per le sue linee minimal ed eleganti e la sua forma aerodinamica, questo modello della GAMMA DISCOVERY di SHARK-HELMETS sarà il miglior compagno di viaggio in ogni situazione.

Shark-Helmets, da sempre a fianco di tutti gli amanti delle due ruote, ha progettato un casco ideale per chi percorre abitualmente le lunghe distanze, che tenga soprattutto conto di due fattori essenziali: comfort e sicurezza. L’EVO-ES riunisce in sé tutte le competenze di SHARK, applicate da anni nella realizzazione di caschi modulabili, rappresenta un modello pensato per gli utilizzatori giornalieri che desiderano usufruire di una protezione ottimale in posizione jet o integrale.

EVO-ES. LA REFERENZA NEL SETTORE DEI MODULARI
Evo-ES è il modulare con doppia omologazione P/J che si distingue per il suo nuovo sistema brevettato che permette la movimentazione automatica della visiera sia quando si apre il casco (Auto-Up), per usarlo in configurazione jet, sia quando lo si chiude (Auto-Down), per usarlo come un vero e proprio integrale. La linea EVO è infatti la referenza da sempre nel mondo dei modulari; quando SHARK lanciò nel 2007 l’Evoline, questo casco fu il primo al mondo a ottenere la doppia omologazione (P/J).

La calotta è in termoplastica iniettata di ultima generazione (con spessori, rigidità e nervature calibrate tramite una sofisticata progettazione a elementi finiti) e rappresenta il primo esempio della tecnologia Shark CFD (Computational Fluid Dynamics, ovvero simulazioni di fluidodinamica computazionale) applicata a un modulare: il profilo e il design della calotta risultano così più compatti e aerodinamici per una riduzione ottimale del rumore e del peso, mentre forme e progettazione della stessa incrementano le performance di sicurezza in caso d’urto.
 

Highlights
TIPO DI CASCO:
Casco modulabile con doppia omologazione jet/integrale (P/J)
TIPO DI UTILIZZO:
Scooter 125 / Maxi scooter / Sport GT / Roadster
STRUTTURA E SICUREZZA:
• Calotta in resina termoplastica iniettata
• 2 taglie di calotta, per un adattamento morfologico ottimale
• Fibbia micrometrica
• EPS (Expanded polystyrene) multi-densita
VISIERA:
• Visiera VZ 150 antigraffio e anti-appannamento
• Il sistema brevettato “Auto-up / Auto-down” permette la risalita automatica della visiera quando si alza o si
abbassa la mentoniera
• Visiera parasole omologata UV380 con trattamento antigraffio
• Sistema di smontaggio rapido della visiera
INTERNI:
• Interni in tessuto “BIRD EYES” di colore nero
• Sistema EasyFit: comfort ottimale per chi porta gli occhiali
• Lato interno smontabile e lavabile in lavatrice (massimo 30 °C)
• Sottogola anti-rumore magnetico a
scomparsa
• Taglia “King Size” disponibile in alcuni colori
• Slot previsto per l’interfono Sharktooth®
AERODINAMICA E AERAZIONE:
• 3 ingressi d’aria
• 2 estrattori d’aria
• Aerodinamica ottimizzata grazie ad analisi CFD (Computational Fluid Dynamics)

Taglie: dalla XS alla XL. Disponibile anche nella King Size
Garanzia: 5 anni
Grafiche: 12 grafiche
Prezzo: a partire da 315,99 euro iva inclusa

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >