A Cagli la Tavola Rotonda “Il Motorismo come fattore di rilancio dell’entroterra”

Una conferenza partecipata, in cui sono stati messi sul tavolo temi rilevanti per il territorio marchigiano. Giovedì 21 settembre si è tenuta, presso la Sala Comunale di Cagli (PU), la tavola rotonda “Il Mototurismo come fattore di rilancio dell’entroterra“. Sono intervenuti, tra gli altri, il Sindaco di Cagli, Alberto Alessandri, il Consigliere Regionale Giacomo Rossi, il Vice Presidente e Coordinatore Commissione Turistica FMI, Rocco Lopardo e il Presidente del Moto Club 1000 Curve (organizzatore dell’omonimo evento al via oggi), Michele Piersantini.

L’obiettivo dell’incontro era di mettere in luce quanto il Mototurismo consenta di riscoprire e dare linfa, da un punto di vista economico e turistico, ad aree del nostro Paese – talvolta raggiungibili solo tramite strade secondarie – spesso in via di spopolamento. La natura di molti eventi turistici federali permette infatti la frequentazione di zone altrimenti poco battute dai turisti; ciò offre la possibilità di portare un rinnovato e duraturo interesse per le aree interessate sia da parte dei singoli motociclisti che degli organizzatori di eventi. Un vero e proprio rilancio dell’economia locale.

La formula della Tavola Rotonda ha consentito di affrontare numerose tematiche politiche, istituzionali, ambientali e non solo. Ogni partecipante infatti, al suo arrivo, ha formulato, in forma anonima, una domanda o proposto un argomento da sviluppare durante il tavolo tecnico. Un modus operandi che ha portato ad un confronto costruttivo.

Il Sindaco Alberto Alessandri ha sottolineato l’importanza degli eventi motociclistici sul territorio del suo Comune mentre il Consigliere Giacomo Rossi – promotore di una proposta di legge sulla valorizzazione del mototurismo – ha ribadito il suo sostegno a questa disciplina.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “La Federazione Motociclistica Italiana crede e promuove con forte convinzione il Mototurismo. Proponiamo centinaia di eventi ogni anno, organizzati sia a livello nazionale che locale, e riscontriamo regolarmente l’approvazione di Amministrazioni ed Enti pubblici. Ci impegniamo profondamente per un Mototurismo che sia una vera e propria risorsa per il territorio, sia da un punto di vista turistico che economico. Il merito è anche dei nostri Moto Club, alcuni dei quali sono particolarmente attivi e rappresentano un presidio molto importante per il territorio”. 

Rocco Lopardo, Vice Presidente e Coordinatore Commissione Turistica FMI: “E’ stata una tavola rotonda molto proficua, in cui si è avuto un approfondito confronto su numerose tematiche. Le personalità coinvolte hanno potuto scambiare idee e opinioni in un clima costruttivo. La collaborazione tra Federazione Motociclistica Italiana, Moto Club, istituzioni e tecnici è sicuramente un elemento importante per lo sviluppo e la tutela del Mototurismo, una disciplina che consente ai territori toccati dalle manifestazioni di trovare nuova linfa. Ringrazio il Moto Club 1000 Curve per aver predisposto questo incontro ricco di spunti”.

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >