SHAD LANCIA IL TOP CASE IN ALLUMINIO PIÙ LEGGERO DEL MERCATO CON CAPACITÀ PER DUE CASCHI MODULARI

Con l’obiettivo di implementare l’offerta di prodotti dedicati al mondo Adventure, SHAD – marchio di riferimento per le valigie da moto- presenta il TOP CASE in alluminio più leggero del mercato con capacità per due caschi modulari: arriva il nuovo TR55.
L’ottimizzazione delle misure e l’utilizzo di leghe di alluminio temprato con spessore di 1,2 mm consentono una riduzione del peso del bauletto a soli 5,4 kg. Progettato e realizzato a Barcellona, il nuovissimo TR55 è stato recentemente premiato con l’ABC Mobility Awards 2022, grazie al suo design innovativo con lati leggermente curvi che minimizzano l’impatto visivo sulla moto.

Gamma TERRA
TR55 è disponibile sia in versione Black Edition che in alluminio naturale e presenta tutte le caratteristiche tecniche che hanno decretato il successo tra i motociclisti delle valigie in alluminio TERRA di SHAD. Tra queste spicca la serratura (in attesa di brevetto) TERRA Lock System, che prevede l’integrazione di 3 diverse funzioni in un unico meccanismo: chiude la valigia, la fissa alla moto e include una maniglia per il trasporto, nascosta quando non viene utilizzata.

Inoltre, il nuovo bauletto presenta anche finiture di pregio: il telaio di TR55 è sigillato con gomma che protegge l’interno da polvere e acqua. Allo stesso tempo, la chiave e la serratura a cilindro di qualità superiore garantiscono una maggiore sicurezza, mentre la protezione antipolvere garantisce un funzionamento perfetto. La base interna in schiuma offre un ulteriore livello di protezione, in quanto riduce i movimenti del carico. Vi è, inoltre,
la possibilità di aggiungere un carico supplementare grazie ai ganci in acciaio inox posizionati sul coperchio superiore.
TR55 è stato testato su diversi percorsi e distanze, come i precedenti elementi che compongono la linea TERRA. Ideato come compagno di viaggio perfetto per tutti gli utenti di moto, è stato concepito con un focus particolare rivolto ad aumentare la sicurezza nei viaggi fuoristrada (anche Adventouring) che richiedono la presenza di un bagaglio importante.
Con l’arrivo di TR55, la gamma TERRA di SHAD presenta ora tre elementi superiori: TR55, TR48 e TR37, che si uniscono alle due valigie laterali: TR47 e TR36. Tutti i prodotti della linea sono disponibili nelle versioni in alluminio naturale e in Black Edition, che possono essere combinati tra loro per adattarsi alle esigenze di ciascun utente. Come per tutta la gamma TERRA, TR55 è disponibile per oltre 100 modelli di moto.
L’elenco delle moto che possono accogliere gli elementi della linea TERRA, sono disponibili sul sito web di SHAD.

Accessori Opzionali
D0RI75 Schienale posteriore
X0IB10 Borsa interna

Prezzi al Pubblico
Prezzo al Pubblico suggerito 

TR55 D0TR55100 €450.00
TR55 Black Edition D0TR55100B €495.00

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >