RIPARTE L’AVVENTURA DEL BLUE BIKE CAMP

CORSI DI GUIDA E ADVENTOUR NELLO SPLENDIDO SCENARIO NATURALE DELL’ALTA VAL TIDONE

Blue Bike Camp, la scuola di guida off-road legata al mondo delle maxi-enduro della Casa dei tre diapason e aperta agli appassionati di un segmento in forte espansione, ripartirà ufficialmente il prossimo 6 giugno con tutte le attività della stagione 2020.  

Creato dall’esperto e pluricampione mondiale manager di enduro Daniele Madrigali, Blue Bike Camp rappresenta anche un’occasione unica per gli amanti del mondo fuoristrada, di salire in sella accompagnati dall’esperienza e dalla competenza di un team di istruttori altamente preparato, campioni di grandi sfide fuoristrada del passato, e da guide esperte autorizzate del territorio. 

Ma perché partecipare ad un’Experience del Blue Bike Camp?

– Una scuola di guida in fuoristrada… con l’obiettivo di insegnare ai possessori di una maxi-enduro la tecnica di guida per utilizzare la moto anche in fuoristrada, prendendo confidenza con le dimensioni “importanti” di questi mezzi, attraverso corsi ed esercizi appositamente studiate. 

– Gli Adventour… una volta apprese le nozioni base, i partecipanti potranno mettere in pratica quanto appreso, attraverso i tour guidati su percorsi adatti alle moto adventure, in sicurezza e divertimento.

– La YAMAHA Ténéré 700… è la grande novità del 2020 non solo l’opportunità di imparare a guidare in fuoristrada direttamente in sella alla nuovissima YAMAHA, moto tra le più ambite nel panorama maxi off-road, ma anche provarla in esclusiva in occasione dei tour guidati.

È importante sottolineare che Blue Bike Camp è aperto a tutti i possessori di moto adventure (di ogni marca), che potranno partecipare con il proprio mezzo ai corsi e ai tour.

Scenario della scuola dedicata al fuoristrada è l’Alta Val Tidone, uno dei territori meno conosciuti tra le valli piacentine e quindi ancora tutto da scoprire in sella alle due ruote, situata in una invidiabile posizione baricentrica nel nord Italia tra Milano, Genova, Parma e Verona.  La zona è ricca di percorsi fuoristrada per tutti i livelli di guida, dalle strade bianche sterrate più semplici ai sentieri di enduro più impegnativi. Gli istruttori e le guide locali sapranno scegliere il percorso più adatto ai partecipanti di corsi ed Adventour.

Tutto ciò è possibile perché Blue Bike Camp lavora in condivisione con i Comuni del territorio per la pratica del fuoristrada sulle sue strade, in perfetta sintonia con il territorio e con l’obiettivo di valorizzare e promuoverne le caratteristiche turistico-paesaggistiche, culturali e gastronomiche.

Tutte le attività del Blue Bike Camp si svolgeranno nel pieno rispetto delle Direttive Governative in materia di protezione e prevenzione da Covid19.


CALENDARIO 2020

Il calendario del Blue Bike Camp prevede 6 date per i corsi e 6 date per gli Adventour.

Corsi si terranno nelle giornate di sabato: 6 giugno, 20 giugno, 11 luglio, 18 luglio, 1 agosto, 22 agosto. Saranno aperti a un numero massimo di 10 motociclisti, che potranno partecipare con moto proprie (di ogni marca) o utilizzando le Ténéré 700 e Super Ténéré disponibili a noleggio. 

Il costo di partecipazione al corso è di € 240, il noleggio della moto è di € 120. Il costo comprende il corso di guida, un welcome coffee, pranzo e attestato di frequenza a fine corso.

Gli Adventour si terranno nella giornata di domenica: 7 giugno, 21 giugno, 12 luglio, 19 luglio, 2 agosto, 23 agosto. Tre i percorsi adatti alle caratteristiche delle moto Adventure, con lunghezze e difficoltà crescenti (da 70 a 130 km), aperti a un numero massimo di 10 motociclisti, che potranno partecipare con moto proprie o utilizzando le Ténéré 700 e Super Ténéré a noleggio. 

Il costo di partecipazione ad un adventour è di € 100, il noleggio della moto è di € 120. Il costo comprende il tour guidato, welcome coffee e pranzo.


ORGANIZZAZIONE PER GRUPPI

Blue Bike Camp è disponibile per l’organizzazione di corsi e adventour dedicati ai gruppi (minimo 5 partecipanti) anche in giorni infrasettimanali o in week end che non rientrino già nel calendario ufficiale pubblicato.


PARTNER TECNICI

Partner tecnici di Blue Bike Camp per la stagione 2020 sono YAMAHA (moto), ACERBIS (accessori), AIROH HELMETS (caschi), ALPINESTARS (abbigliamento e accessori), CONTINENTAL (pneumatici), ETHEN (occhiali) e TECHNOMOUSSE (mousse).


COLLABORAZIONE

Un ringraziamento particolare ai Comuni di Alta Val Tidone, Pianello, Piozzano e al Sentiero del Tidone che collaborano attivamente con l’organizzazione di Blue Bike Camp.


SOCIAL MEDIA

Le attività del Blue Bike Camp sono raccontate anche attraverso le pagine social ufficiali Facebook e Instagram – TAG @bluebikecamp – HASTAG #BlueBikeCamp.

Per maggiori informazioni e iscrizioni, visitare il sito blue-bike-camp.it.

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >