COPRIDISCO Acerbis LINEAR

Copridisco Acerbis Linear, un innovativo modello arricchisce la famiglia di accessori dedicati al mondo Off-Road

Grande novità per il mondo dell’Off-Road: entra in pista il rivoluzionario copridisco Linear. Rispetto alle classiche soluzioni con flangia di supporto, il nuovo Linear si monta all’esterno del piedino della forcella semplicemente smontando il dado del perno ruota; in questo modo, il copridisco si installa in meno di 30 secondi e protegge anche la base della forcella. Altri grandi vantaggi dell’eliminazione della flangia,  sono la semplicità costruttiva e il peso ridotto.


Il nuovo copridisco si distingue anche per il design curato e moderno che massimizza la ventilazione della pinza e della superficie frenante, senza però trascurare gli aspetti più funzionali: è difatti robusto ed offre un’ottima resistenza agli urti. Il nuovo Linear è progettato e realizzato in Italia in polipropilene con inserto in acciaio inox.
Grande novità per il mondo dell’Off-Road: entra in pista il rivoluzionario copridisco Linear. Rispetto alle classiche soluzioni con flangia di supporto, il nuovo Linear si monta all’esterno del piedino della forcella semplicemente smontando il dado del perno ruota; in questo modo, il copridisco si installa in meno di 30 secondi e protegge anche la base della forcella. Altri grandi vantaggi dell’eliminazione della flangia,  sono la semplicità costruttiva e il peso ridotto.
Il nuovo copridisco si distingue anche per il design curato e moderno che massimizza la ventilazione della pinza e della superficie frenante, senza però trascurare gli aspetti più funzionali: è difatti robusto ed offre un’ottima resistenza agli urti. Il nuovo Linear è progettato e realizzato in Italia in polipropilene con inserto in acciaio inox.

Guarda il video completo

Compatibile con dischi dal diametro fino a 280 mm, il copridisco Linear è  disponibile da subito presso i rivenditori Acerbis in 3 varianti, che si adattano a tutte le moto da cross ed enduro più diffuse (Beta, Fantic, Gas Gas, Honda, Husqvarna, Kawasaki, KTM, Yamaha) ed è offerto in 6 colorazioni (nero, bianco, rosso, arancione, blu e verde) al prezzo di €49,95 .

https://www.acerbis.com/it/home

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >