BRIXTON CROMWELL 125 L’ALLESTIMENTO CON BORSE E ACCESSORI DI KAPPA

Brixton Cromwell 125 è prodotta dal gruppo austriaco KSR ma le sue linee “britanniche” sono ben evidenti. Parliamo di una entry level che piace molto ai giovani patentati A1, donne comprese (la sella è a 770 mm da terra), e che grazie al suo potenziale stilistico si presta ad essere personalizzata. L’allestimento di KAPPA punta ad allargarne l’utilizzo al turismo a corto raggio, su belle strade e con soluzioni di carico da scegliere in funzione delle esigenze del momento. A dare una mano c’è l’autonomia permessa dai 14 litri di carburante del serbatoio.

IL SET DI KAPPA

Gli accessori dedicati

KR9610  – Attacco posteriore multiuso in metallo tubolare nero; funge da portapacchi, dispone di due maniglie per il passeggero e da supporto per bauletti MONOLOCK (tramite la piastra inclusa con questi ultimi). Prezzo: da definire

TK9610  – I telaietti specifici per borse soffici laterali. Prezzo: da definire

KN9610  – Il Paramotore tubolare specifico, diametro 25 mm, colore nero, Protegge il mono 4 tempi e i collettori di scarico.Prezzo: da definire

100ALBK Cupolino Race Cafe universale in alluminio anodizzato nero, per moto con faro anteriore tondo. Misure: 20,5 x 26,5 cm (H x L)Prezzo: da definire

140AK/140SK Cupolino universale con misure 35 x 41 cm (H x L): le due sigle si riferiscono alle versioni con screen trasparente e fuméPrezzo: da definire

AL9610AK Attacco specifico per la Cromwell 125, da abbinare ai cupolini sopra indicatiPrezzo: da definire

Le borse della linea Rambler

Questa linea “morbida” è particolarmente indicata per moto stradali che, come questa 125, propongono uno stile retrò. Interessante il mix di materiali e lavorazioni utilizzato, che accomuna tutte le proposte: esterno in poliestere 550D in colore verde oliva, con spalmatura in PVC + elementi in PU da 2 mm in colore nero. Fodera interna in nylon 190D in colore nero, estraibile e irrobustita da cuciture nastrate che garantiscono l’impermeabilità. Ogni borsa è inoltre dotata di una sacca in TNT dove riporla quando non si utilizza sulla moto. Per viaggiare senza problemi di spazio per il bagaglio, KAPPA ha messo in campo quanto segue:

RB103 –Borsa da serbatoio da 7 litri. Chiusura di tipo “roll top”, fissaggio tramite 4 magneti (ma ci sono anche le cinghie), mono spallaccio imbottito per il trasporto (aggancio tramite D-ring e moschettoni), cinghia antisventolio, tasca con zip waterproof frontalePrezzo: 100,00 euro.

RB101 – Borsa da sella da 26 litri. Trova posto sulla sella o sul supporto posteriore tubolare in alternativa al classico bauletto rigido. Fissaggio tramite 4 cinghie con clip (si fissano tra loro quando la borsa viene staccata), spallaccio imbottito e maniglia per il trasporto, tasca con zip water resistant frontalePrezzo: 101,00 euro.

RB100 – Coppia di borse laterali da 14 litri. Propongono il sistema di chiusura “roll top”, con cinghie dotate di passante ad anello da fissare al doppio D-ring. II fissaggio tra loro prevede l’uso di cinghie a bisaccia con chiusura a strappo e alla moto tramite i telaietti specifici TK9610. Ancora da indicare sono due elementi frontali: la maniglia e la tasca con zip waterproof. Prezzo: 155,00 euro (la coppia).

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >