BENELLI WEEK 2019

Dal 16 al 22 settembre, torna il tradizionale appuntamento con la Benelli Week, evento dedicato a tutti gli appassionati della Casa del Leoncino e del mondo delle due ruote che ogni anno si danno appuntamento a Pesaro per l’iniziativa organizzata dal Registro Storico Benelli, Motoclub Tonino Benelli e con la collaborazione di Benelli QJ.

L’evento, aperto a tutte le marche e tipologie di motociclette, sarà dedicato al pilota australiano Kel Carruthers, che nel 1969 fu campione del mondo in sella alla Benelli 250 quattro cilindri e che proprio quest’anno festeggia il cinquantesimo anniversario della sua vittoria. Durante la Benelli Week sarà ricordato anche l’indimenticabile Ted Mellors, pilota inglese che nel 1939, quindi 80 anni fa, trionfò al mitico Tourist Throphy dell’Isola di Man con la 250 bialbero della Casa pesarese. E le ricorrenze non finiscono qui: nel 2019ricade infatti anche il trentennale della nascita del Registro Storico Benelli, grande orgoglio della città di Pesaro e di tutti gli appassionati del motociclismo italiano. Per una edizione così importante non poteva quindi mancare un fitto programma di appuntamenti, tra cui tour motociclistici in partenza dal Museo delle Officine Benelli alla scoperta della terra dei piloti e dei motori, visite ai musei e serate a tema.

Si parte lunedì 16settembre, con un percorso di circa 190 km che porterà i partecipanti a Castelfidardo, Osimo e alle Grotte del Cantinone. Destinazione romagnola per martedì 17settembre, alla scoperta di Monte Gridolfo e Rimini e visita al Museo Nazionale del Motociclo. Mercoledì 18, tappa obbligata al Monte Nerone con un percorso mozzafiato tra le colline pesaresi, attraversando la città di Urbino patrimonio dell’Unesco e la splendida gola del Furlo. Giovedì 19 settembre, è invece in programma la tradizionale visita alla città di Pesaro, sulle orme del grande   Rossini.

Nel pomeriggio è invece prevista una escursione in barca alla scoperta della costa marchigiana. Venerdì 20settembre, percorso immerso nella natura appenninica e panorami mozzafiato nelle valli del Metauro e del Cesano per concludersi con una visita al museo della Miniera di Zolfo di Cabernardi, che è stato uno dei più importanti centri minerari d’Europa. Sabato21settembre, il tour motociclistico in programma porterà tutti i partecipanti nelle splendide strade delle Cesane e a Fossombrone, per concludersi al Museo delle Officine Benelli dove in serata si terrà una grande festa. Domenica 22settembre, gran finale con il “Benelli Day”, classica passeggiata con le moto della straordinaria storia Benelli e MotoBi. Dopo la deposizione di una corona d’alloro al busto di Tonino Benelli, tutti in moto per i borghi di Novilara, Candelara, Gradara e Fiorenzuola di Focara dove si terrà una visita all’antico borgo con vista sul mare Adriatico e pranzo conviviale sul lungomare di Pesaro.

Per scoprire il programma dettagliato dell’evento e restare aggiornati su tutte le novità di quest’anno consultare il sito internet www.officinebenelli.it o www.benelli.com .

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >