AIROH TWIST 2.0: SI È MESSO IN MOTO IL BACK TO SCHOOL

È il casco AIROH per chi ama le due ruote e che cerca uno stile unico e riconoscibile. Sempre più apprezzato dai giovanissimi, oltre che per tecnicità e sicurezza, per le sue grafiche accattivanti. Il casco Twist 2.0 è infatti previsto in diverse varianti colore, caratterizzate da toni accesi e grintosi, così come richiede il mondo del fuoristrada. 

Ideale per i ragazzi che vogliono comodità e leggerezza, senza dover rinunciare a design, linee decise e carattere, ma anche per i genitori per i suoi alti standard di sicurezza: ecco perché è un ottimo compagno per il ritorno a scuola. In moto, ovviamente.

Modello tra i più apprezzati di AIROH, rivolto al segmento dell’off road, il casco Twist 2.0 è sicuramente sinonimo di sicurezza, leggerezza e grandi performance, senza però rinunciare ad un look aggressivo e assolutamente riconoscibile.

La calotta in HRT (High Resistant Thermoplastic) vanta 2 EPS per un miglior fitting una volta indossato. Rispetto alla versione precedente, Twist 2.0 prevede il sistema ASN (AIROH Sliding Net), che facilita l’estrazione dell’aria, aumenta la sicurezza e migliora il comfort.

Da sottolineare come le prese d’aria e il sofisticato sistema di canalizzazione dei flussi garantiscano un’ottimale ventilazione, e quindi grande comodità anche durante gli usi più prolungati, impegnativi e nelle giornate più calde. Da non dimenticare infine, spoiler posteriore – a miglioria dell’aerodinamicità e della stabilità del casco – il frontino regolabile, il filtro anti polvere ed il sistema di ritenzione DD ring.

Oltre che per l’inconfondibile logo AIROH riportato sul retro del casco, Twist 2.0 si caratterizza per grafiche d’impatto. Questo aspetto lo rende tra i modelli preferiti dei giovani piloti che lo scelgono, oltre che per la sua tecnicità, anche per il suo essere un vero accessorio del proprio stile quotidiano. Colori accesi e disegni ricercati che, sempre strizzando l’occhio al mondo racing del fuoristrada, accompagnano i ragazzi in ogni loro avventura, come il rientro a scuola. 

SCHEDA TECNICA:

Calotta: HRT (High Resistant Thermoplastic)

Omologazione: ECE 2205

Ventilazione: front vents, chin guard vents, rear spoiler

Sicurezza e protezione: sistema ASN (Airoh Sliding Net)

Sistema di ritenzione: DD Ring

Interni: removibili, lavabili ed ipoallergenici

Peso: da 1240 g ± 50g

Taglie: XS, S, M, L, XL, XXL

Per informazioni: https://www.airoh.it/

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >