TUSCANY MAXI ENDURO CRETE DI SIENA: VIVI L’ESPERIENZA DI UN RALLY RAID IN TERRA TOSCANA

Pronta la 5^ edizione dell’evento Amatoriale Adventouring – dal 19 al 21 Giugno 2020

I piloti potranno assistere ad un corso, post briefing, per approfondire il corretto utilizzo del GPS e la navigazione con road-book e affrontare l’avventura con maggiore sicurezza.

La stagione dei grandi eventi dedicati al mondo del turismo-avventura è oramai alle porte. Tra le manifestazioni ufficiali del Calendario FMI, spicca TUSCANY MAXI ENDURO CRETE DI SIENA, l’adventouring amatoriale in terra di Toscana organizzato da FreeRacing in partnership con il Moto Club Nico Martinelli, presieduto da Roberto Tarquini. Alla manifestazione sarà presente Oscar PolliCampione del Mondo Rally Raid.

Giunto alla sua 5^ edizioneTUSCANY MAXI ENDURO CRETE DI SIENA è un evento non competitivo, dedicato agli appassionati di mototurismo che permette ai partecipanti di vivere l’esperienza di un rally raid vero e proprio senza la necessità di essere un pilota professionista, di avere al seguito uno staff di supporto, di affrontare spese folli e di avere l’ansia da posizione e lo stress di un pilota in gara. Attraverso un percorso di circa 500 km di strade bianche, i partecipanti andranno alla scoperta di alcune tra le più affascinanti e autentiche strade della magnifica Toscana. E lo faranno in sella alla propria compagna d’avventura a “due ruote”.

Un percorso inedito che scorrerà tra le alte vie dell’Antiappennino tra Toscana e LazioDue le tappe, una il sabato e una la domenica, con bivacco in tenda, su un percorso itinerante di livello medio-facile, composto da sterrati, brecce, carraie e asfalto…tutte aperte alla circolazione stradale. Sabato 20 è prevista la tappa Marathon da Montepulciano ad Acquapendente di 350 km. Durante il percorso sono state previste soste/ristoro in luoghi di particolare suggestione. Il percorso sarà percorribile con utilizzo di GPS (Road Book opzionale) oppure con personale dello staff. Tutti i partecipanti riceveranno l’attestato di partecipazione al termine della manifestazione.

Un aspetto importante che caratterizza il Tuscany Maxi Enduro, oltre al divertimento in sella, riguarda l’aspetto formativo dei partecipanti. Dopo il briefing d’apertura del venerdì sera, che permetterà agli organizzatori di spiegare il regolamentoraccontare il percorso e le peculiarità tecniche e di navigazione, evidenziando anche gli aspetti culturali e paesaggistici del territorio, seguirà un corso di formazione dedicato al corretto utilizzo del GPS e alla navigazione con il road-book.

TUSCANY MAXI ENDURO CRETE DI SIENA è aperto a moto Maxi-Enduro mono e bicilindriche (oltre i 150 kg), Monocilindriche leggere (4 tempi), ScramblerSpecial e Vintage.

La quota d’iscrizione -per i tesserati FMI- parte da € 290 (con iscrizione entro il 1° maggio).

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.freeracing.it.

Comunicato stampa: FreeRacing

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >