SENA – SISTEMA DI COMUNICAZIONE UFFICIALE DEI PARTECIPANTI AL BMW GS TROPHY 2020

Sena è orgogliosa di far parte del BMW International GS Trophy, che si terrà dal 9 al 16 febbraio in Nuova Zelanda. Quest’anno vedremo il più grande schieramento di motociclette in gara dal primo GS Trophy del 2008. I partecipanti guideranno una BMW F 850 GS su un percorso di 2000 km attraverso la Nuova Zelanda, usando il nuovo Sena 50R per rimanere in contatto durante tutto il percorso. I Marshal saranno equipaggiati con Sena SR10 per potersi collegare ai telefoni satellitari e garantire i migliori standard di sicurezza anche dalle zone più remote della Nuova Zelanda.

LA SERIE 50 DI SENA STA ARRIVANDO

Vi presentiamo la nostra nuova Serie 50 che ridefinisce la tecnologia Mesh; 50S e 50R sono i nuovi arrivati di casa Sena e i partecipanti al GS Trophy avranno un 50R in dotazione da usare durante il loro viaggio. 50R è dotato della nuova tecnologia Mesh 2.0 ed è costruito sulla più avanzata piattaforma Bluetooth 5 di Sena, ha un design sottile e compatto per non intralciare in nessun modo la vostra guida. #RideConnected come mai prima d’ora in Group-Mesh, Open-Mesh e la nuova funzione Multicanale. La serie 50 sarà disponibile a breve.
 

                                                                                                                                  SCOPRI DI PIÙ       

Comunicato stampa: SENA

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >