NEW ARAI QUANTIC

Un Arai di nuova generazione dedicato ai motociclisti alla ricerca di un casco Sport Touring dinamico, in grado di coniugare il comfort sulle lunghe distanze con le performance di derivazione sportiva.
L’inedita presa d’aria integrata nel Logo Arai 3D, le due Tear-Ducts anteriori, lo spoiler estrattore posteriore e la nuova presa d’aria mentoniera,
assicurano un ricambio d’aria efficiente e costante.
La calotta esterna – ancora più liscia e resistente – integra il nuovo sistema visiera VAS, è realizzata adottando la tecnologia PB e-clc (Peripherally Belted e-Complex Laminate Construction) ed è stata allargata alla base di 5 mm per facilitare le operazioni di calzata e rimozione del casco.

Quantic: “Una funzione omogenea di due o più variabili aventi coefficienti sia razionali che integrali”

LA FILOSOFIA:
Il dipartimento R&D Arai si è posto un obiettivo ambizioso.
Creare un casco semplicemente inedito,
in grado di offrire un livello di Performance e comfort impareggiabili anche dopo ore di utilizzo e con un look estremamente dinamico.
Doveva inoltre superare i nostri rigidissimi standard interni ed ovviamente…le aspettative e le necessità dei moderni motociclisti.

Il nuovo Arai Quantic ne è la sintesi perfetta.
Migliaia di ore in laboratorio, su strada ed in pista hanno permesso all’R&D di superare anche le aspettative più ottimistiche.
La definizione matematica di Quantic incarna perfettamente il carattere di un casco in grado di coniugare il comfort di Profile-V con le performance richieste al Top di Gamma RX-7V sui campi gara MotoGP e WSBK aggiungendo altresì nuovi elementi distintivi ed esclusivi.

Con la sua versatilità, Quantic rappresenta il capostipite di una generazione di Arai fresca e nuova; grazie agli interni “su misura”, ad un sistema di ventilazione efficiente ed alle sue ottime performance aerodinamiche Quantic è il compagno di viaggio ideale per quei motociclisti che non
“temono il lungo raggio”.

Naturalmente, come per ogni altro Arai, tutti i dettagli e le caratteristiche costruttive di Quantic – visibili o invisibili che siano – contribuiscono ad aumentare il livello di protezione e la capacità di assorbimento che il casco è in grado di offrire.

Sarà inoltre il primo Arai a superare la nuova (e più restrittiva) Omologazione ECE22-06 anche se è importante notare, che Arai considera le Omologazioni vigenti come un requisito minimo che il casco deve essere in grado di superare per poter essere commercializzato.
Prima di poter essere commercializzato, ogni singolo Arai deve infatti superare i più rigidi test interni come prove di penetrazione e impatto (anche  ripetuto) su qualsiasi punto della calotta al di sopra della linea di test SNELL anche se non richiesti da alcuna regolamentazione vigente.
I test vengono inoltre effettuati utilizzando un’incudine emisferica, molto più invasiva rispetto a quelle utilizzate durante i test di Omologazione.
La ricerca costante di un livello di Protezione superiore è la pietra angolare su cui si basa la filosofia Arai sancita dallo stesso Sig. Michio Arai più di 5 decenni fa.

Calotta esterna ed interna
Realizzata interamente a mano, la calotta esterna di Quantic è garanzia di resistenza solidità e leggerezza.
Grazie alla tecnica costruttiva Peripherally Belted e-Complex Laminate Construction (PB e-cLc)
siamo infatti riusciti a ridurre il peso di questa, senza compromettere le performance di assorbimento del casco.
La calotta interna in EPS a densità differenziate in un unico pezzo (esclusiva mondiale Arai), lavora di concerto con la calotta esterna per gestire l’energia di un eventuale impatto.
Anche la forma della calotta esterna estremamente tondeggiante (vero e proprio marchio di fabbrica Arai) ha a che fare con la sicurezza in quanto è stata appositamente progettata per massimizzare la capacità del casco di deviare l’energia di eventuali impatti senza generare pericolose forze rotazionali.

VENTILAZIONE
L’inedita presa d’aria integrata nel Logo Arai 3D, la nuova presa d’aria mentoniera, le Tear-Ducts derivate dalle prese d’aria utilizzate in F1 e lo spoiler estrattore posteriore ereditato da RX-7V Racing, sono state testate a lungo nelle condizioni più estreme in galleria del vento, su strada e sulla pista di Suzuka.
Il sistema di ventilazione di Quantic è in grado di assicurare un flusso d’aria all’interno della calotta costante e facilmente regolabile.

EXTRA FEATURES
Grazie all’apertura inferiore ampliata di 5 mm, Quantic è ancora più semplice da indossare, anche con gli occhiali.
I morbidi interni implementati con il Facial Contour System sono completamente removibili,
lavabili e personalizzabili ed in grado di assicurare il massimo comfort anche dopo un’intera giornata di utilizzo.

I guanciali, sono inoltre dotati di un’apposita tasca che consente l’installazione di un sistema intercom e possono essere rimossi anche a casco indossato grazie all’Emergency Release System (ERS).
La Pinlock MAX Vision è inclusa nella confezione e pronta per essere installata sul sistema visiera VAS; tutto, nel DNA di Quantic, è concepito per permetterti di allargare il tuo raggio di azione.

Grazie ai feedback in tema di aerodinamica raccolti sui campi gara più competitivi del mondo ed all’esperienza acquisita dopo letteralmente milioni di km “on the road”, Quantic è in grado si scivolare efficiente minimizzando ogni tipo di turbolenza rendendolo perfetto per quei motociclisti che pretendono dal proprio casco il massimo in termini di Protezione, comodità di utilizzo e performance aerodinamica.
Nessun compromesso.

Disponibile a partire da Aprile 2021
Prezzo di listino Design: 789,00€ IVA inclusa
Prezzo di listino Monocolore: 649,00€ IVA inclusa

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >