1-2 luglio HAT Adventurefest a Sestriere 5° edizione, verrà ricordata come quella dei Record!

Ben 107 moto messe a disposizione da 12 case e 2000 testdrive, con un’affluenza di pubblico mai vista prima!

Lo aspettavamo da tempo questo appuntamento, che coincide anche con l’apertura delle strade in alta quota, tutti noi appassionati non vedevamo l’ora che aprisse la stagione in uno dei luoghi più amati d’Europa per praticare il mototurismo in offroad, luoghi in cui possono essere raggiunte senza difficoltà quote sopra i 2500 mt. con le bicilindriche.

Quest’anno anche il meteo è stato dalla nostra parte, 2 giorni di pieno sole, un’area frizzante esaltante, che a 2.000 mt. ha reso ancora più piacevole la vista all’Adventourfest.

Le case moto presenti in bella vista sul piazzale di fronte alle piste da sci, che in inverno hanno ospitato in questi anni anche le Olimpiadi e Coppa del Mondo, c’erano: KTM, Husqvarna, Honda, Suzuki, Ducati, Triumph, Moto Morini, Aprilia, Harley Davidson, Yamaha, Royal Enfield e Mondial ,quest’ultima con l’attesissima Kove 450 Rally non ancora in prova, ma almeno visibile dal vivo.

Interessantissimo anche l’abbigliamento tecnico, vista l’imminenza partenza per i grandi viaggi e vacanze che sempre appassiona tutti noi popolo delle due ruote: Klim, Dainese, Alpinestars, TUR, Clover, Acerbis, Stadler.

Naturalmente non mancavano anche gli pneumatici per i grandi viaggiatori, Continental con i suoi TKC 80 e 70 sono sempre un riferimento per il mercato e all’Adventourfest nel loro stand il buon Alessandro dava informazioni e consigli, noi sulla nostra Africa Twin 1100 DCT le TKC 80 le stiamo utilizzando da Ponte di Legno tra viaggi anche con il passeggero e in offroad con grandi soddisfazioni, stabile e con usure davvero omogenee.

Per viaggiare a 360° servono anche accessori particolari in grado di resistere a sollecitazioni e condizioni di acqua e fango particolari, quindi è importante trovare i prodotti ideali per il proprio mezzo ed esigenze, grazie a: Enduristan, SW Motech, Mytech, Wunderlich, Mosko Moto, Touratech , potevano soddisfare anche i palati più esigenti.

E se poi qualcuno avesse avuto ancora qualche dubbio, da quest’anno le menti geniali di Corrado, Nicola e tutto l’incredibile staff dell’Hat, ha pensato bene di trovare un luogo d’aggregazione per i motoviaggiatori: il Boot Camp un fulcro dove convergono aziende e motocilisti in cui ognuno racconta la propria esperienza, divulga e condivide ad un pubblico sempre più attento ed esigente! Bravi una bella idea!

Anche qui a Sestriere molti gli ospiti: le grandi viaggiatrici, Francesca D’alonzo e Monica Ledda, e gli adventourers Alex Di Muzio e Salvatore Di Benedetto e infine come non citare l’infaticabile Dakariano piemontese Cesare Zacchetti, che da vero privatone da anni si cimenta in questo incredibile rally, che al di la dell’allenamento ci ricordava, che è poi sempre una questione di testa, una regola poi che vale per tutto secondo noi, il cervello per farti andare sempre avanti, ma anche comprendere che stai rischiando troppo ed è ora di chiudere il gasss!

Anche a questa tappa di Sestriere dell’Adventurefest dopo Bobbio e Ponte di Legno non sono mancate le esperte guide di OVER2000Riders, che nel pieno rispetto delle regole e del territorio, hanno accompagnati i mototuristi facendogli conoscere i luoghi più nascosti con paesaggi mozzafiato!

Un mega applauso a tutti gli organizzatori e alle istituzioni piemontesi che da sempre supportano l’evento, comprendendo l’importanza di queste attività che portano un importante indotto al territorio e trasmettono un mototurismo responsabile agli amanti delle due ruote, facendo così convivere molteplici passioni. Anche a noi piace la bici, correre in montagna e andare a cavallo, ma non per questo diciamo di vietare tutti i percorsi alle moto, con regole chiare, spazi dedicati e rispetto reciproco, tutti possono vivere le proprie passioni senza pregiudicare alcune categorie.

Ora non rimane che partire e scoprire nuove mete, con queste moto si può fare, perché ingabbiarle nel solo asfalto!

Prossimi appuntamenti HAT:

HAT Pavia-Sanremo 14-16 luglio, HAT Sanremo – Sestriere 8-10 settembre e anche molti viaggi adventouring consultabili su: OVER2000 RIDERS.

Buon viaggio!

Testo: Fabrizio Gillone

Prodotti e Accessori a supporto:

Moto: HONDA AFRICA TWIN CRF1100 ADVENTURE SPORTS DCT

Casco:  CASCO SCHUBERTH E2 DEFENDER BIANCO

Giacca: SPIDI 4 SEASON EVO

Pantalone: SPID ALLROADS PANTS

Guanti: SPIDI G-CARBON

Stivali: Alpinestaras Tech 7 enduro

Action Cam: DJI Osmo Action 3 Adventure Combo

Action Cam 360: INSTA 360 X3

Navigatore : Garmin XT

Orologio: Garmin Fenix 7 X Solar Edition

Borsa posteriore: SW-MOTECH ION S

Borsa serbatoio: SW-MOTECH PRO Micro

Borsa Posteriore: SW-MOTECH Drybag 180

Gomme: Continental TKC 80

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati

MOTO, ANCMA: IL MERCATO TORNA A CORRERE, FEBBRAIO CHIUDE A +19,8%

Dopo un inizio 2024 a rilento, il mercato nazionale delle due ruote a motore ritrova grande vigore. Febbraio chiude infatti con un solido +19,8% sullo stesso mese dell’anno scorso, mettendo su strada oltre 28mila veicoli. È quanto si apprende dal comunicato stampa sull’andamento delle immatricolazioni mensili di moto, scooter e ciclomotori diffuso in serata da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

Leggi di più >

Di: Strazzari/Engines Engineering – Dirige l’orchestra: Paolo Caprioni – Canta: MINA!

La Ducati DesertX nasce come moto adventouring, una maxi-enduro con una forte vocazione fuoristradistica.

Il Team Kaprioni capitanato dai fratelli Paolo e Stefano e coadiuvati dalla Engines Engineering, un pool di esperti sull’innovazione tecnologica applicata alle moto, hanno scommesso di riuscire a portare il primo prototipo di Mina in Senegal, fin all’arrivo della mitica Parigi-Dakar.

In poco più di un anno, il progetto ha preso forma e Paolo come promesso si è presentato al via dell’Africa Eco Race e dopo circa 6.000 km di piste e sabbia, il sogno di raggiungere le spiagge del Lago Rosa era coronato.
Un sogno che si è concretizzato con un’affermazione di Paolo Caprioni di tutto rilievo, 20esimo assoluto e sesto di classe, con davanti mostri sacri di questo sport, come Cerutti, Botturi e Tarres.

Dopo aver seguito le fasi dello sviluppo andando in visita presso l’headquarter della Engines Engineering (leggi l’articolo https://discoveryendual.com/mina-il-p… o guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=WJ_Te…, abbiamo avuto la possibilità di provarla al rientro della maratona Africana, salendoci in sella nella pista sabbiosa di Pomposa.

Vi racconteremo quali sono state le modifiche e come va, in attesa che ne venga commercializzata una piccola serie e addirittura un kit per equipaggiare tutte le DUCATI DesertX.

Leggi di più >