Trofeo KTM – 3º Tappa Anghiari (AR)

1 2 3… Ready to Race! Quale migliore slogan se non proprio quello coniato dalla casa Austriaca per descrivere il 3° appuntamento della 15° edizione del trofeo KTM – Husqvarna che per questa occasione si è tenuto in terra Toscana e più precisamente in quel di Anghiari! Territorio incantevole da ogni punto di vista ma soprattutto un vero paradiso per l’enduro!

Dunque “Ready to Race”! Pronti per correre, pronti per far festa, pronti per divertirsi!
Si perché il trofeo KTM/Husqvarna, come ci racconta il suo responsabile Roberto Rossi, Events Manager di Ktmnasce con un organizzazione da  mondiale ma con l’intento di far partecipare e divertire sia i piloti titolati sia gli amatori.
Una formula perfetta che trasforma la gara in un evento mediatico e soprattutto in una vera e propria festa!!  Covid permettendo!
L’emergenza epidemiologica ha purtroppo abbassato il ”tono” dell’evento ma non ha impedito agli organizzatori di realizzare alla grande questa bellissima manifestazione. KTM e Husqvarna, insieme al locale Moto Club Adventures di Anghiari, hanno dato vita ad un evento degno di nota che ha  visto presentarsi al parco chiuso oltre 300 iscritti divisi per categorie e marca (KTM e Husqvarna).
Noi di Discovery Endual siamo stati chiamati a partecipare come inviati e ci è stata messa a disposizione la bellissima KTM 350 EXC-F 2021!

Immedesimato nella parte e in veste di “pilota ufficiale” ho iniziato le operazioni preliminari già il sabato con l’allestimento della moto. Il sottoscritto in qualità di pilota ha provveduto allo smontaggio delle ruote per portarle al corner Pirelli dove sono state montate le nuovissime Pirelli Scorpion (soft al posteriore e hard all’anteriore) e mousse nuove. Poi rimontaggio ruote, iscrizione e parco chiuso!

Nel frattempo di fronte all’imponente Hospitality KTM incontri importanti: i plurititolati Giovanni Sala e Arnaldo Nicoli si sono intrattenuti con noi parlandoci del percorso e dandoci importanti indicazioni tecniche sia sulla gara sia sulla moto. E anche con il super esplosivo Roberto Rossi che ci ha illustrato l’organizzazione dell’evento e della gara, in una simpatica intervista. Gara che ricordiamo essere sotto l’egida della FMI.
Ma al di là del grande “circus” fatto di espositori, eventi e grandi ospiti quello che ci piace raccontarvi è la gara; ed eccoci quindi pronti la domenica mattina in perfetto abbigliamento ufficiale del trofeo messoci a disposizione da KTM stessa. Tabella 533. Casco in testa. Moto fino al CO e gassssss!

Pochi km di trasferimento e subito dentro alla prima delle due cronometrate. Il cross test è da togliere il fiato; un enorme campo con varie pendenze, quasi totalmente aperto, larghissimo, veloce ma con un fondo che le forti piogge dei giorni precedenti hanno reso particolarmente viscido ed insidioso.
Mi lascio alle spalle ansia e perplessità e con l’adrenalina a mille entro nella PS, rilevato dal trasponder applicato alla moto. Un lungo rettilineo con una semi curva sinistra permette di stendere quattro marce per poi lanciarmi verso la prima discesa. Il terreno è instabile ma tiene e più si affrontano curve e tornanti più la confidenza con la KTM 350 sale e sale il divertimento… e salirà ancora di più al secondo e al terzo giro quando il terreno asciugato da un timido sole assume una consistenza perfetta aumentando in maniera esponenziale il gusto di guida.
Uscito dal cross test con un tempo onestamente non troppo esaltante (☹ migliorerò al secondo e al terzo giro) tiro il fiato e mi butto alla scoperta del trasferimento, che si mostra all’altezza delle aspettative. I ragazzi del moto club Adventures si sono prodigati nella realizzazione di un percorso favoloso!  Tecnico, vario e con passaggi in alcuni tratti anche piuttosto impegnativi. Il tutto in un contesto naturalistico di rara bellezza.

Il fondo viscido impegna non poco ma dopo aver preso le misure alla EXC-F 350 e alle nuove Pirelli in dotazione, inizio a guidare con fluidità godendomi la maneggevolezza della moto e le ottime doti del motore 350 di ultima generazione. Dopo oltre un’ora di guida si arriva all’altra cronometrata. L’enduro test!!
Un serpentone che inizia con un tratto fettucciato che porta nella parte “boschiva”. Definirla emozionale e adrenalinica è riduttivo. Credo una delle più belle linee mai affrontate. Veloce nel primo tratto e tecnica nel secondo, mi ha dato sensazioni meravigliose e mi ha fatto divertire da matti!!
Nel complesso la gara si è sviluppata su tre giri da 50 km con un totale di 150 km e 6 speciali cronometrate! Niente male, una gara vera, fisicamente e mentalmente provante! Niente di edulcorato o fatto solo a pro di scena!

KTM allestisce un grande evento mediatico e da molto risalto all’immagine, ma quando si tratta di definire i percorsi e le speciali non ha vie di mezzo.
I piloti devono fare i piloti, nessun compromesso!
Siamo stati davvero onorati di essere stati accreditati da KTM Italia per poter prendere parte al loro Trofeo. L’esperienza che ho avuto modo di vivere mi ha emozionato per tanti motivi. Essere in un Hospitality importante, con persone e piloti di alto calibro, alcuni delle vere e proprie leggende  dell’enduro, aver preso parte ad una gara organizzata benissimo, aver avuto a disposizione una moto nuova e super performante dotata di gomme Pirelli di ultima generazione.
Tutto questo mi ha dato adrenalina e voglia di ripetere l’esperienza. Quindi credo che KTM abbia centrato in pieno il proprio obiettivo, e cioè quello di far sentire ogni iscritto al Trofeo un vero “Ready To Race”!!!
Quindi appuntamento all’ultima tappa che si correrà a Bibione (Ve) il prossimo 18 ottobre e come sempre gassssssssaperto!!!!! 
 

Testo : Tommassini Edoardo
Pilota:  Tommassini Edoardo 

condividilo con i tuoi amici

Articoli correlati